DUBBIONE

Il nome deriverebbe dal latino duplus (doppio) in quanto, secondo il Ferrerio, la zona Dubbione-Pinasca ha una forma a Y, biforcandosi nelle valli di Perosa e San Martino. Nella Carta del Piemonte antico e dei secoli mezzani di Jacopo Durandi si aggiunge una "i" e la zona è chiamata Dubiasca, mentre si possono leggere: FINES TERRAE (Finestrelle), OCELUM (Usseaux), AD PORTAS (Porte), TOLATECUS (Talucco), CABURRUM (Cavour) ecc... Dubbione - Panoramica

VALLE DUBIASCA risulta chiamarsi in un documento del 726. In questo tempo c'è una donazione della contessa Adelaide di Susa all'Abbazia di Santa Maria Al Verano, presso Pinerolo, di molti territori insieme alla valle del Chisone e un intreccio di doni all' Abbazia di Cavour in cui si nomina "MALA MORS" (Malanaggio) e Villare Pinasca (?).
Nel 1064 il paese non esisteva ancora, mentre alcune case erano state costruite attorno alla "pieve di Pinasca". Notizie più circostanziate sono reperibili a partire dal 1200 circa.
Nel 1248 Dubbione era già un centro formato, ed ivi il Principe Tomaso di Savoia voleva erigere una certosa "IN VALLE DUBLONIS SUPRA PINEROLIUM" (Archivio civico Pinerolo categ.1 N.17).
In un altro documento poco più recente (1273) si parla di nominativi come "Guiburg" e della fontana "Cuceti" "in luogo presso DUBLONUM" (Biblioteca storica Società Subalpina vol.II); il Rio Grandubbione compare nello stesso documento e lo si chiama "ACQUA DUBLONI".
Per Dubbione passava un via per Susa nel 1453, attraverso Giaveno e Coazze, e nel 1516 è chiamata "VIA NUOVA".
In un altro scritto del 1547 si viene a sapere che esisteva un "Cappella di san Bernardino" ed era nel campo presso l' attuale strada nazionale, vicino ad una croce.

Molto interessante inoltre una lettera scritta dal maresciallo Nicolas Catinat (1637 - 1712) nel 1697, quando la valle apparteneva al regno di Luigi XIV. Si trovava in un accampamento militare sito a Dubbione, che, il terreno piano più largo della val Chisone. Nella lettera si chiede di salvaguardare il paesaggio e gli abitanti della valle, limitando la presenza dell'esercito.


ALTRI RIFERIMENTI STORICI

torna su